Username:   Password:   
   
   Ricette Bimby, Foto Ricette Bimby, Ricette Bimby Pane, Ricette Bimby Dietetiche, Ricette per Macchina del Pane, Italian Recipes in English, Grafica e Decoupage
Portale  FlashChat  Blog  Album  Gruppi utenti  Lista degli utenti  Cerca  FAQ  Guestbook  Pannello Utente  Registrati
 Messaggi Privati  Statistiche  Links  Calendario  Downloads  Commenti karma  TopList  Topics recenti  Vota Forum
>
Le fobie
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno


 
Vai a:    
  Nuovo Topic   Rispondi Indice del forum » Bodyquisquilia Psicologia e corpo umano     
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
imperatrice2

Super Club Quisquilia
Super Club Quisquilia




Sesso: Sesso:Femmina
Età: 44
Registrato: 03/10/05 13:27
Messaggi: 19606
imperatrice2 is offline 

Località: brescia
Interessi: leggere cucinare fare sport
Impiego: impiegta



italy
MessaggioInviato: Lun Set 29, 11:45:26 Rispondi citando

La fobia consiste in una paura eccessiva e irragionevole, persistente, che si prova in presenza di particolari oggetti o situazioni (ambienti chiusi, animali, altezza, ecc), che provoca una situazione ansiosa; la persona è cosciente che la paura non è giustificata, che è irragionevole ed eccessiva. Esiste una lista svariata di fobie, dal momento che infiniti sono le situazioni o gli oggetti che possono creare questo stato di malessere. Paura dei luoghi chiusi (claustrofobia), paura dei serpenti (ofidiofobia), paura delle altezze (acrofobia) , ecc; l’elenco potrebbe essere davvero infinito. Il comportamento più comune tenuto dai soggetti affetti da questi tipi di disturbo consiste nell’evitare l’oggetto o la situazione che ci fa star male. Purtroppo, non tutti gli oggetti e tutte le situazioni sono evitabili senza compromettere il nostro stile di vita, senza limitare le nostre scelte ed i nostri desideri. Spesso si confonde questa patologia con la timidezza; al riguardo, si pensa che è possibile risolvere l’inconveniente in autonomia, abituandosi alla “cosa” o alla “situazione”, in maniera spontanea. In realtà il problema non si risolve ed il ricorso al psicologo rappresenta l’unica strada da percorrere. Se dopo un certo numero di sedute (15 – 20) non si dovessero registrare risultati è consigliabile provare con un nuovo psicologo o cercare una terapia alternativa. Compito dello specialista è quello di interrompere il circolo vizioso venutosi a creare: il serpente continuerà a far paura, ma la loro esistenza non dovrà limitare i nostri movimenti; l’altezza continuerà a far paura, ma questo non dovrà impedirci di visitare il mondo. Relativamente a queste fattispecie si parla generalmente di “fobie specifiche”. Esistono,poi, le c.d. “fobie sociali”, che si concretizzano in situazioni di notevole e persistente disagio generate dal contatto con persone non familiari, vuoi per motivi di lavoro, vuoi per motivi relazionali in genere. Anche in questi casi l’unica strada da intraprendere è quella della “consulenza psicologica”.
Profilo Messaggio privato
Spostato: Mer Apr 01, 16:00:47 da imperatrice2
da Bodyquisquilia a Psicologia e corpo umano
Adv



MessaggioInviato: Lun Set 29, 11:45:26





Mostra prima i messaggi di:   
  Nuovo Topic   Rispondi Indice del forum » Bodyquisquilia Psicologia e corpo umano     
Pagina 1 di 1

    

  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum
 



phpBB skin developed by: John Olson
Powered by phpBB © 2001, 2012 phpBB Group